Scheda

CATTARINO TOMMASO MAZZOLA

Mappa del sito
Schema Mazzolà fo. 1

Testa nel 1806.
Letterario e poeta teatrale a Dresda (Sassonia - Germania) alla corte dell'elettore Federico Augusto III dal 1780 al 1796.
Autore di drammi seri e giocosi, di cantate, di poemetti, orazioni.

Il padre, Domenico, mercante veneziano, era a Longarone dal 1741, dove edificò la sua villa e partecipò con il paese alla costruzione della chiesa.
Cattarino fu chiamato nel 1780 a Dresda dal Principe Elettore di Sassonia come poeta di corte. Rimase a Dresda, in contatto con Antonio Salieri e Lorenzo Da Ponte, fino al 1796.
I suoi ultimi libretti furono composti a Venezia, dove morì nel 1806.

Memoria di Giampaolo Zagonel Tratto dalla Rivista quadrimestrale di studi vittoriesi - IL FLAMINIO n°6 - 1993 - Edita dalla Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane #

Cattarino Tommaso su Wikipedia.
Cattarino
Figlio di Domenico Mazzolà e di Francesca Pellizzaroli

Nato il 18-1-1745 a Longarone (Veneto - Italia)
Morto il 16-7-1806 a Venezia (Veneto - Italia)
Sposato con Teresa Tomasini il 10-6-1780 a Roma (Lazio - Italia).

  • Apollonia Deforgue (figlia di primo letto di Teresa con Giuseppe Deforgue)
  • Palazzo Mazzolà Longarone
    Palazzo Mazzolà a Longarone. Ora sede Comunale.
    Unico edificio, oltre alla torre campanaria, sopravissuto al Disastro del Vajont del 9-10-1963.