Palazzo Poli - Usigni - Poggiodomo - Umbria

Lassù a mille metri di altitudine, sopra la valle del Tessino, nel 1581 nacque Fausto Poli, divenuto arcivescovo d'Amasia e di Orvieto, cardinale e segretario del fiorentino Maffeo Barberini, Papa Urbano VIII, che fu vescovo di Spoleto.
Monsignor Fausto Poli, canonico e vicario della chiesa di san Pietro a Roma, fu per la Valnerina, e in particolare per la piccola Usigni, un importante mecenate.
Consigliere del Barberini si adoperò per far costruire una miniera di ferro a Monteleone di Spoleto e realizzare un'efficiente fonderia a Scheggino (dove la tradizione vuole fossero state forgiate le cancellate del Pantheon e di san Pietro), portò a compimento l'impegno per la beatificazione di Rita da Cascia avvenuta nel 1627.

Altre informazioni in:
- La Valnerina
- Berenice



Usigni
Poggiodomo
Copertina