Chiesa San Martino - San Martino - Amatrice - Lazio

La Chiesa di San Martino è di forma rettangolare, ad unica navata, con tetto a capriata; è lunga 19 m. e larga 11.6 m.
Il campanile è a vela con due campane, di cui una originale del XVI secolo, dal suono particolarmente riconoscibile anche in lontananza.
La facciata romanica è caratterizzata da un portale in pietra arenaria di notevole importanza artistica, anche se consunto dal tempo.
L'architrave del portale ha al centro lo stemma degli Angioini (uno scudo crociato sormontato dai tre gigli di Francia) e ripete lo stemma di Amatrice.
La presenza dell'emblema degli Angioini conferma la tradizione che attribuisce l'origine della chiesa ai Francesi.
Sul lato sinistro c'è un angelo con tre fiori nella mano (i gigli di Francia); sotto un cartiglio con un'iscrizione non più leggibile; a destra un angelo disteso in volo, recante una croce sulle spalle; sotto un leggio con un libro aperto; a lato la Vergine, con un mantello che scende dal capo e le braccia incrociate, sembra leggere il libro, al di sopra del quale appare lo Spirito Santo in forma di colomba con ali spiegate.
Nell'interno, sulla parte destra spiccano alcuni affreschi votivi assai malridotti, della fine del XV secolo, attribuiti a Dionisio Cappelli, massimo pittore amatriciano.
Ai lati dell'altare maggiore due affreschi rappresentano S.Pietro e S.Paolo, anch'essi del XV secolo. Sugli altari laterali si notano una Madonna con angeli e la Madonna della Misericordia, che copre con il suo manto la gente che implora grazia e protezione.
Sopra l'altare privilegiato campeggia una tela del XVI secolo, raffigurante S.Martino vescovo, con ai lati S.Francesco e S.Lorenzo.

Altre informazioni in:
- Amatrice.org
- Amatrice vive



San Martino
Amatrice
Copertina